Steven Zhang

TS – Inter, passi in avanti tra Suning e Fortress: i dettagli

Proseguono le trattative tra Suning e Fortress

Mentre la squadra è ferma dopo i contagi da Covid della scorsa settimana, in casa Inter non si fermano le trattative per decidere il futuro societario. Secondo le ultime notizie riportate da Tuttosport, Suning non vorrebbe privarsi del club nerazzurro in questo momento del campionato e anzi, continua ricerca da parte di un socio di minoranza, interrompendo i discorsi con BC Partners.

“La violenza con cui l’Inter ha risposto alla parole del sindaco Beppe Sala riguardo alla questione San Siro bis va letta anche come manifesto programmatico da parte di Suning riguardo alla volontà di tenersi stretta l’Inter. Altro indizio in tal senso è legato al “silenziatore” messo sulla trattativa con Fortress Investiment Group per un finanziamento di 250 milioni (150 arriverebbero subito, 100 successivamente) che permetta di andare oltre allo stallo che ha bloccato tutto in società dopo che Pechino ha chiuso i rubinetti riguardo agli investimenti esteri considerati non strategici”.

Gruppo-Suning-Zhang-Jindong-copia[1]
Gruppo-Suning-Zhang-Jindong-copia[1]

“L’Inter, probabilmente, lo è diventata anche grazie al cammino intrapreso dalla squadra negli ultimi mesi: il fatto che una proprietà cinese riesca a conquistare uno dei campionati più in vista a livello planetario, può essere comunque un veicolo di propaganda importante per il Governo centrale. Tutti buoni motivi che hanno convinto Suning a congelare l’offerta di Bc Partners per il controllo del club (tra i 750 e gli 800 milioni, a fronte di una valutazione data all’Inter di un miliardo) e ad accelerare a fondo sulla ricerca di un partner, che – tra l’altro – era pure l’oggetto del mandato conferito a Goldman Sachs Asia per rifinanziare i due bond, da 375 milioni complessivi, in scadenza alla fine del 2022″. 

“I discorsi con Fortress sono in una fase sempre più avanzata e l’obiettivo di Steven Zhang è presentarsi a Milano ad aprile con l’accordo in mano però, per dare ossigeno a Suning occorrerà pure un assist da Pechino, altrimenti il rischio è che l’Inter – nonostante la stampella americana – continui a navigare a vista“.

(fonte: Tuttosport)