Davide Nicola

Torino-Inter, Nicola in conferenza: “Non abbiamo nulla da perdere”

Davide Nicola in conferenza stampa alla vigilia di Torino-Inter, match della 27a giornata della Serie A

Giornata di vigilia per il Torino di Davide Nicola che domani ospiterà l’Inter allo ‘Stadio Olimpico Grande Torino’ nell’ottava giornata del girone di ritorno della Serie A 2020/2021. L’allenatore dei granata ha presentato la sfida ai nerazzurri nella consueta conferenza stampa pre-partita. Ecco le sue parole.

Domani lutto al braccio?
Sì, è mancato Marino Lombardo che ha costruito molto nella storia del Toro. Quando ha vinto la coppa Italia, io non ero nato, mentre allo scudetto io avevo tre anni. La storia deve darci appigli e valori per la storia da seguire.

Quali sono gli accorgimenti per domani?
Serve giocare da squadra, loro una big allenata da un tecnico che stimo. E’ difficile che l’Inter lasci punti, ma lo vogliamo e ne abbiamo bisogno. Fanno bene tutte le fasi e hanno una grande mentalità, ci siamo preparati per cercare di creare preoccupazioni.

La sconfitta di Crotone come va letta?
E’ stata commentata e già chiusa. C’erano tante problematiche, questa settimana invece è stata “tipo”: dobbiamo ritrovare ritmo, non abbiamo fatti passi indietro anche se non siamo stati molto precisi.

Cosa dovete ritrovare?
Ritmo e forza dell’allenamento, è ciò che ci è mancata. Ma sono le motivazioni a fare la differenza: dobbiamo allenarci con entusiasmo.

Recupera qualcuno per l’Inter?
Belotti ha fatto solo un allenamento, rientra lui ed esce Rincon per squalifica rispetto a Crotone. Vogliamo riprendere il ritmo che avevamo.

Belotti
Belotti.Torino.sguardo.serio_.2019.20.750×450[1]

Cosa la preoccupa di più?
Niente, noi vogliamo allenarci in maniera determinate perché le partite siano opportunità di crescita. Non si può fare solo una fase, ma entrambe perché può portarti a raggiungere risultati.

A livello di testa, che partita sarà?
Non c’è un niente da perdere, ma un’opportunità che si ha. Non c’è differenza tra Inter, Sassuolo o Real Madrid. Penso solo a domani e alla possibilità di risultare tosti e sfacciati, con voglia di trarre il massimo.