Inzaghi

Real Madrid-Inter, Inzaghi: “C’è rammarico per il gioco del primo tempo”

Simone Inzaghi nel post partita di Real Madrid-Inter, match della sesta giornata della Champions League

L’allenatore dell’Inter Simone Inzaghi, al termine del match perso per 2 a 0 contro il Real Madrid, e valevole per la sesta e ultima giornata della fase a gironi della Champions League 21/22, ha raccontato le sue impressioni sul match del Santiago Bernabeu ai microfoni di Sky Sport.

Qual è la prima reazione dopo questa sconfitta? C’è un po’ di rammarico. “Molto rammarico. Il primo tempo è stato fatto bene, con personalità, creando diverse situazioni. Però siamo andati a riposo sotto di un gol e probabilmente non era quello che si è visto in campo. Volevamo fare un risultato diverso ma questa sconfitta ci servirà per le nostre esperienze future”.

Sull’espulsione di Barella. “Errore grave, ma lui è intelligente e ha chiesto subito scusa a staff e compagni. La partita era aperta, aveva sfiorato il pari. Spiace per lui, gli servirà come esperienza e spero che non capiti più a lui o a nessuno dei compagni”.

Stasera forse il Real ha fatto qualcosa in più dell’Inter, cosa dovevate fare di più sul gioco? “Abbiamo sviluppato bene, l’unica pecca è aver chiuso il primo tempo in svantaggio. Era la sesta partita in fila, avevamo qualche giocatore un po’ stanco. Abbiamo perso ambedue le partite col Real, abbiamo fatto bene ma servirà qualcosa in più”.

Ora testa al campionato. “Torniamo da Madrid con tante cose buone, ma contava il risultato e abbiamo perso. Ora ci tuffiamo sul campionato perché domenica sera c’è un’altra partita importante, siamo in un buon momento”.

Chi vorresti incontrare agli ottavi? “Conta arrivare a febbraio nella forma migliore”.