inzaghi conferenza stampa inter

Real Madrid-Inter, Inzaghi in conferenza: “Vogliamo fare una grande partita”

Simone Inzaghi in conferenza stampa alla vigilia di Real Madrid-Inter, match della sesta giornata della Champions League 2021/2022

Domani l’Inter sarà impegnata nella sesta e ultima giornata della fase a gironi della Champions League 2021/2022 contro il Real Madrid di Carlo Ancelotti. Alla vigilia del match l’allenatore nerazzurro Simone Inzaghi ha presentato il match in conferenza stampa. Ecco le sue parole.

Che partita ti aspetti domani tenendo conto che al Real basta un pari. E dell’assenza di Benzema?
Io penso che domani sia una gara importante per noi, abbiamo passato il turno ma sarà importante perché vogliamo fare una grande partita. All’andata abbiamo fatto molto bene ma no è bastato, domani dovremo fare qualcosina in più. Benzema è importantissimo per loro, ma noi allenatore dobbiamo convivere con questi problemi. Hanno Jovic, che ha fatto gol e assist nell’ultima gara.

Cosa è cambiato nell’Inter per fare questa striscia vincente?
Io penso che ci siamo conosciuti meglio, la squadra ha sempre giocato con questo modulo. Inizialmente comunque esprimevamo un buon calcio, l’esempio lampante è l’andata. Ora veniamo da una buona striscia che ci ha dato autostima.

C’è qualche caratteristica di Ancelotti in cui ti rivedi?
La sua carriera parla per lui, prima dell’andata abbiamo parlato di calcio, è sempre un piacere. Sono contento che stia andando bene nella Liga, ha vantaggio sulla seconda. Parliamo di un grandissimo che vinto tanto in carriera.

Come stanno Martinez e De Vrij?
Non ci saranno Darmian e Ranocchia, a cui si è aggiunto Correa che ha avuto un problema all’Olimpico: mi spiace perché stava crescendo. E’ un calciatore che conosco bene, era in un buon momento e aveva assorbito i lavori. E’ una perdita importante. Lautaro non ha avuto problemi nella sgambata, per De Vrij e Kolarov abbiamo un allenamento e cercheremo le sue condizioni.

C’è attesa per domani anche per capire se il calcio italiano è tornato a grandi livelli.
E’ normale che ci sia attesa, come era successo all’andata. Ce l’eravamo giocata alla grande, qua non avremo tanti nostri tifosi, che comunque non mancheranno al Bernabeu. Giocheremo con personalità e fiducia, sapendo che abbiamo fatto qualcosa di importante perché era da dieci anni che non si passava il turno. Domani vogliamo fare una partita importante.

L’ha stupita che i giocatori che hanno sostituito i titolari hanno fatto benissimo?
Penso che sia un orgoglio per un allenatore, hanno giocato tutti, chi più chi meno. E’ il meglio che un allenatore possa augurarsi, ho grandi professionisti a disposizione, ragazzi molto seri.

E’ giusto definire quello di domani un esame di laurea?
Domani è una gara importante, sappiamo che a Madrid l’Inter ha vinto una sola volta nella sua storia. Noi veniamo preparando la partita nel migliore dei modi, ci teniamo.