FIFA

Pause Nazionali, la proposta della FIFA: “Unica sosta ad ottobre”

La FIFA propone una soluzione per le partite delle Nazionali

Le pause per le Nazionali in epoca Coronavirus fanno discutere il mondo del calcio. A creare particolari problemi ai club è stata questa sosta con i rientri tardivi dei giocatori impegnati in Sud America. Per ovviare a questo problema, c’è la proposta di Arsene Wenger, direttore dello sviluppo del calcio mondiale, che propone di dedicare alle Nazionali il mese di ottobre per intero.

“L’attuale calendario non è sostenibile. A settembre c’è già una prima pausa, a ottobre la seconda, a novembre la terza e a marzo la quarta finestra. A giugno l’ultima finestra e a luglio inizia la nuova stagione. Tutto questo è troppo” ha dichiarato l’ex allenatore dei Gunner.

“Si tratta di raggruppare le fasi di qualificazione alle competizioni internazionali per evitare viaggi e spostamenti continui. Agosto e settembre sarebbero per il calcio di club e ottobre per i turni di qualificazione. Da novembre fino alla fine della stagione di nuovo per il calcio di club”.

“Tutto deve essere riorganizzato. I benefici sarebbero per tutti, a cominciare dai club. Non ci sarebbero interruzioni”, ha concluso Wenger. Tutto questo verrà discusso a Doha, in un summit con altri ex calciatori e allenatori, nel quale si affronterà in maniera più approfondita anche il tema dei Mondiali ogni due anni.