Allegri

Juventus-Inter, Allegri: “Fatta la partita, peccato per il risultato finale”

Massimiliano Allegri nel post partita di Juventus-Inter, match della trentunesima giornata della Serie A 2021/2022

L’allenatore della Juventus Massimiliano Allegri, al termine del match perso per 1 a 0 contro l’ Inter, e valevole per la dodicesima giornata del girone di ritorno della Serie A, ha raccontato le sue impressioni sul match di Torino ai microfoni di DAZN.

“Voglio parlare della prestazione della squadra e non di episodi. Abbiam creato molto, peccato per la sconfitta. La migliore stagionale? Una bella Juve, stiamo migliorando. Anche a livello tecnico. Credo che da ora in avanti si potrà dire che siamo tagliati fuori definitivamente dallo scudetto e dobbiamo pensare a tenerci il quarto posto. Allo scudetto ci penseremo l’anno dopo”.

Ci sono margini per migliorare ancora e vincere queste partite al di là degli episodi? “Secondo me sì. Ma già si vedono miglioramenti: ci sono state molte azioni in velocità, una buona tecnica, tante verticalizzazioni. L’anno prossimo partiamo per vincere il campionato visto che ci troveremo dopo un anno passato insieme. Ora obiettivo quarto posto”.

Il Dna Juve sta entrando nella squadra… “Siamo partiti male quest’anno, ma ci sono i campionati che vanno così. Il bicchiere mezzo pieno è che tanti ragazzi sono cresciuti. Siamo diventati una squadra importante e da qui alla fine della stagione lavoreremo proprio su questo, cercando di fare più punti possibili”.

Avete già un’idea per il mercato su chi sostituirà Dybala? “Ci vedremo con la società e fare il punto. Dopo la partita non è il momento giusto. Ieri rivedevo la partita di Champions e anche lì è stata incredibile. Volevo vedere se tutti i giudizi dati erano giusti, e invece… nemmeno per sbaglio ci prendono. Bisogna capire di calcio. C’è da stare solamente zitti”.

Quando hai deciso di mettere tutti gli attaccanti dal 1′? “Fin da inizio settimana, l’unico dubbio riguardava Rabiot che era un po’ stanco. Invece ha fatto un’ottima gara anche lui. Poi anche Zakaria ha giocato molto bene quando è entrato al posto di Locatelli”.

Inter ancora favorita per lo scudetto? “Basta vedere il calendario… Poi nel calcio ci sta tutto, ma hanno passato uno scoglio importante stasera. Secondo me avranno un’iniezione di fiducia e saranno i favoriti”.

Locatelli come sta? “Forse un piccolo stiramento del collaterale del ginocchio, starà fuori una ventina di giorni”.