Calhanoglu Skriniar Bastoni Barella Inter

Inter, primi sprazzi di Calhanoglu: Hakan si è già ambientato nel mondo nerazzurro

Hakan Calhanoglu in piena sintonia con il mondo Inter

Un assist, un gol e un gol annullato. È questa l’estrema sintesi dell’esordio di Hakan Calhanoglu con la maglia dell’Inter in un San Siro che fino a maggio lo ha visto protagonista con la maglia rossonera del Milan.

“In 24 ore ha completato l’inserimento perfetto nel mondo Inter. Rimpianto milanista, orgoglio interista: non bastava il gol e l’assist all’esordio, contro il Genoa, ieri il turco ha fatto il resto via social, con un post che richiamava l’inno nerazzurro. Da IM Inter a IM Hakan, braccia aperte, voglia di esultare con i nuovi tifosi dentro uno stadio che conosceva già alla perfezione. Hakan infiamma Milano e non solo, tema di discussione di bar e spiagge, di prese in giro, di rimpianti poco confessati o al massimo sussurrati”.

“Calhanoglu è la foto di quel che l’Inter ha saputo fare, in piena emergenza e con una disponibilità economica pari a zero. È una foto ormai sbiadita con i colori rossoneri. C’è da scommetterci, sarà uno dei temi dominanti da qui fino al 7 novembre, il giorno dell’incrocio tra presente e passato, l’ora del derby di Milano. Se una lacuna aveva, l’Inter della scorsa stagione, era quella di aver ricevuto in dote pochi gol dai centrocampisti”.

“Eriksen era un altro tipo di giocatore, Barella e Brozovic avevano altre caratteristiche e in fondo altri compiti. Calha all’Inter è libero di inventare e di iniziare un nuovo capitolo della sua carriera, puntando a una doppia cifra che in Serie A non è mai riuscito a centrare. La sfida è lanciata. È a lunga scadenza. Gli interisti godono per lo scippo ai rivali, i milanisti rispondono e aspettano Hakan al varco del derby. Meglio ancora: al varco di una continuità di rendimento che non è mai stato il forte di Calhanoglu”.

(fonte: Gazzetta dello Sport)