Marotta Ausilio

Inter, obiettivi raggiunti: monte ingaggi ridotto e mercato in attivo

L’Inter ha raggiunto gli obiettivi che si era prefissata

Pur con qualche sacrificio, l’Inter nel corso di questo calciomercato è riuscita a raggiungere i due obiettivi che si era prefissata a maggio: ridurre il monte ingaggi e chiudere il mercato in attivo riuscendo a mantenere la squadra competitiva.

“Missione compiuta. Il 6 maggio scorso, a una settimana dal rientro dalla Cina dopo oltre sette mesi di assenza da Milano e dopo i primi festeggiamenti per uno scudetto diventato matematico pochi giorni prima, il presidente Steven Zhang incontrava in sede tutti i dirigenti delle varie aree del club e spiegava loro, seguendo le direttive in arrivo da Nanchino, la necessità di ridurre notevolmente i costi, anticipando così il difficile periodo estivo a cui sarebbe andata incontro la società”.

Steven Zhang
MILAN, ITALY – JANUARY 26: President FC Internazionale Steven Zhang attends the Serie A match between FC Internazionale and Cagliari Calcio at Stadio Giuseppe Meazza on January 26, 2020 in Milan, Italy. (Photo by Claudio Villa – Inter/Inter via Getty Images)

“Hakimi fra fine giugno e inizio luglio è stato venduto al PSG per 60 milioni più ricchi bonus, mentre Lukaku – che nessuno avrebbe voluto vendere -, a inizio agosto ha spinto per andare al Chelsea che per averlo ha però dovuto sborsare 115 milioni (più bonus). Una cessione pesantissima a livello tecnico, ma che, di fatto, è servita alla dirigenza per sistemare i conti, andare incontro alle richieste di Suning ed evitare, così, la possibile partenza di altri big dell’organico campione d’Italia”.

“Con queste due uscite, più altre minori, la società ha incassato circa 185 milioni. Ovviamente l’Inter non ha ricevuto nelle proprie casse 185 milioni, anzi, ma senza entrare nei discorsi relativi a rate, soldi da girare a Real Madrid (Hakimi) e Manchester United (Lukaku), la cifra rimane davvero alta”.

“Somma che ovviamente si abbassa scalando quanto Marotta e Ausilio hanno messo sul piatto per il mercato in entrata. Euro più, euro meno: 16 milioni per rispettare i patti con lo Standard Liegi per Vanheusden (poi girato in prestito al Genoa), 12.5 più 2.5 di bonus per Dumfries , 1.5 per Dzeko (arrivato gratis, quella sarà la cifra da versare alla Roma in caso di qualificazione alla Champions ’22-23) e 31 per Correa”.

Marotta Ausilio
inter-marotta-e-ausilio-anticipano-la-juve-per-un-talento[1]

“Totale: 63.5. Dunque: 185 i milioni incassati, 65 – arrotondando con operazioni minori – quelli investiti per un saldo a fine mercato di 120 milioni. […] A completare l’opera, il monte ingaggio, ridotto di circa 25 milioni”.

(fonte: Tuttosport)