Marotta Ausilio

Inter, l’impatto del calciomercato estivo sul bilancio

L’impatto economico del calciomercato estivo in casa Inter

Si è chiuso senza colpi dell’ultimo minuto il calciomercato estivo dell’Inter. Il club nerazzurro ha dovuto fronteggiare le partenze di Hakimi e Lukaku oltre ad Eriksen dopo il malore accusato durante gli Europei. Il portale specializzato CalcioeFinanza ha provato a fare una stima dell’impatto sul bilancio di questa sessione di calciomercato.

Le operazioni in entrata

Tra i nuovi acquisti, l’operazione più onerosa è quella che ha riguardato Joaquin Correa (30 milioni complessivi alla Lazio tra prestito oneroso e obbligo di riscatto), seguito dal riscatto di Zinho Vanheusden (16 milioni allo Standard Liegi) e l’acquisto di Denzel Dumfries (12,5 milioni al Psv Eindhoven). Tra le altre, le operazioni che hanno portato Edin Dzeko e Alex Cordaz in nerazzurro sono state realizzate a 0, mentre Hakan Calhanoglu è arrivato da svincolato.

Dumfries
Dumfries

Le operazioni in entrata, tra ammortamenti dei calciatori acquistati a titolo definitivo (considerando l’operazione Correa a titolo definitivo, viste le condizioni praticamente certe del riscatto) e stipendi lordi, dovrebbero tradursi in maggiori costi per poco più di 43 milioni di euro.

Le operazioni in uscita

Tra le operazioni in uscita, sono state in particolare due quelle che hanno caratterizzato l’estate di mercato per l’Inter: la cessione di Achraf Hakimi al Paris Saint-Germain e quella di Romelu Lukaku al Chelsea, per complessivi 175 milioni di euro. In uscita, inoltre, l’Inter ha deciso di risolvere i contratti con Joao Mario e Radja Nainggolan, che si sono aggiunti agli addii a scadenza di contratto di Daniele Padelli e Ashley Young, oltre al prestito all’Empoli di Andrea Pinamonti.

Radja Nainggolan
FC Internazionale v ACF Fiorentina – Serie A MILAN, ITALY – SEPTEMBER 26: Radja Nainggolan of FC Internazionale in action during the Serie A match between FC Internazionale and ACF Fiorentina at Stadio Giuseppe Meazza on September 26, 2020 in Milan, Italy. (Photo by Marco Luzzani/Getty Images)

Le operazioni in uscita dovrebbero avere un impatto positivo per circa 149 milioni di euro per il bilancio 2021/22

A questa cifra ci si arriva sommando le plusvalenze/minusvalenze realizzate, l’incasso dai prestiti, il risparmio di ammortamento (nel caso dei giocatori ceduti a titolo definitivo) e il risparmio sull’ingaggio lordo per tutti i giocatori usciti dalla rosa nerazzurra.

Tra entrate ed uscite

Tra entrate e uscite, dunque, l’impatto sul bilancio 2021/22 del calciomercato dovrebbe tradursi in minori costi per circa 105 milioni di euro.

Considerando invece il solo saldo tra entrate e uscite per quanto riguarda i cartellini, la sessione di mercato per l’Inter si conclude con un saldo positivo di circa 116,5 milioni di euro.

(fonte: calcioefinanza.it)