allegri-lazio-milan[2]

Inter-Juventus, Allegri: “Sconfitta che brucia”

Massimiliano Allegri nel post partita di Inter-Juventus, match della Supercoppa Italiana

L’allenatore della Juventus Massimiliano Allegri, al termine del match perso per 2 a 1, ai tempi supplementari, contro l’Inter, e valevole per la Supercoppa Italiana, ha raccontato le sue impressioni sul match di San Siro ai microfoni di Sport Mediaset.

Partita attenta per 120 minuti, poi… “Partita vera, buon test per noi. I ragazzi hanno fatto una bella partita, ma il calcio l’ha inventato il diavolo e abbiamo pagato l’ingenuità a 5 secondi dalla fine contro la squadra più forte in questo momento in Italia. Loro hanno avuto il sopravvento all’inizio, poi abbiamo giocato bene e non posso dire nulla ai ragazzi. Abbiamo concesso poco. Sconfitta che brucia, che ci deve infondere rabbia per le prossime sfide. Di positivo è che siamo cresciuti e che stiamo meglio fisicamente. Ora testa al campionato”.

Alla Juve ora serve coraggio per continuare così? “C’è unità d’intenti. Sono molto contento di Rugani e anche di Alex Sandro al di là dell’ingenuità finale. Sabato abbiamo l’Udinese e va affrontata nel migliore dei modi”.

La Juve cresce, però hai bisogno di Dybala al 100%. “Sono d’accordo. Però avevamo già rischiato in precedenza nel farlo giocare tante partite una dietro l’altra e allora stavolta abbiamo pensato di inserirlo dopo anche considerando la possibilità di andare ai supplementari. Ma comunque Kulusevski ha fatto un’ottima partita”.

Ne uscite più forti? “Ho fatto i complimenti alla squadra, non era semplice. Ma veder festeggiare gli altri non ci deve far piacere e quindi su ogni partita ora mi aspetto rabbia”.