Inter Dirigenti Ausilio Marotta Antonello Zhang Baccin Inzaghi

Inter, Inzaghi chiede più alternative dal mercato: la posizione della società

Inzaghi chiede alternativa per la sua Inter

Il calciomercato estivo si prende la scena in questi giorni dopo la conclusione della stagione. L’Inter è sempre al centro delle cronache con la necessità di far cassa. Necessità, questa, che si scontra con la richiesta che Simone Inzaghi avrebbe fatto alla società: mantenere la rosa attuale e aggiungere delle alternative.

 “Una rosa che ha bisogno di allargarsi invece di restringersi. Servono più alternative sul campo nel futuro dell’Inter. Lo dimostra un dato sull’utilizzo dei giocatori nerazzurri nella stagione conclusa il 22 maggio scorso. Ben nove giocatori di movimento sono stati impiegati da Simone Inzaghi per più di 3.000 minuti, prendendo in considerazione tutte le competizioni. Due di loro addirittura per più di 4.000: Skriniar e Brozovic. Gli altri sono Bastoni, De Vrij , Barella, Calhanoglu, Perisic, Lautaro e Dzeko”.

Inzaghi Inter gruppo squadra
Inzaghi Inter gruppo squadra

L’Inter ha bisogno di più alternative per affrontare ogni competizione senza cali fatali, come successo tra febbraio e marzo. Non a caso Inzaghi ha lanciato un messaggio chiaro al termine dell’ultima giornata di campionato: «Dobbiamo tenere tutti i giocatori migliori e aggiungere qualcosa». Purtroppo le due settimane successive hanno dimostrato che difficilmente l’appello dell’allenatore piacentino potrà essere accolto. Dopo Perisic passato al Tottenham a parametro zero, un altro over 3.000 minuti è destinato a salutare”.

“Uno tra Skriniar, Bastoni, Barella o Lautaro sarà ceduto a causa della necessità di incamerare almeno 60 milioni sul mercato in uscita, per il secondo anno consecutivo dopo le partenze di Lukaku e Hakimi che hanno depotenziato la squadra Campione d’Italia 2020-21 incanalandola verso l’abdicazione tricolore. Per ora le alternative di livello stanno diminuendo, anziché aumentare. E i nuovi arrivi al massimo potranno riportare la situazione al punto di partenza“.

(fonte: Tuttosport)