Il CTS dice si al nuovo protocollo: stop a squadre solo con 35% di atleti positivi

Arrivato il via libero del CTS al nuovo protocollo anti-Covid

È arrivato nella giornata odierna il via libera del CTS (comitato tecnico scientifico) al nuovo protocollo anti-Covid per calcio e sport che era stato messo a punto nella riunione tra il Governo e le Regioni alla quale hanno partecipato anche i vertici del Coni e della Lega di Serie A.

Il protocollo – che prevede tra l’altro il blocco dell’intero gruppo squadra nel caso in cui si raggiunga un numero di positivi superiore al 35% dei componenti – ha l’obiettivo di individuare regole “sicure e condivise” per “assicurare parità di trattamento e dare certezza al prosieguo delle attività sportive”.

Il documento stabilisce inoltre che i soggetti positivi debbano rimanere in isolamento, monitorati e controllati in base all’attuale normativa. I ‘contatti ad alto rischio’, a prescindere dallo stato vaccinale, devono invece essere sottoposti a test antigenico ogni giorno per almeno 5 giorni e hanno l’obbligo di indossare la mascherina Ffp2 ad eccezione di quando si svolge l’attività sportiva. Per quanto riguarda infine i ‘contatti a basso rischio’, nei loro confronti si applicano le misure previste dalle indicazioni del ministeriali ed è comunque raccomandato l’utilizzo della Ffp2.