Inter Sconfitta Skriniar De Vrij Bastoni Gruppo Squadra

GdS – Inter in Champions League come in film già visto: troppe occasioni non sfruttate

Esordio amaro in Champions League per l’Inter

Esordio da dimenticare per l’Inter quello in Champions League contro il Real Madrid che sbanca San Siro con un gol di Rodrygo a un minuto dalla fine. Una sconfitta che lascia l’amaro in bocca, soprattutto perché arrivata dopo un match giocato su buoni livelli e su diverse occasioni create, senza però riuscire a concretizzare.

“Sembrava cambiato tutto (rispetto all’anno scorso, ndr) e invece non è cambiato nulla. Il Real Madrid ha battuto l’Inter come nell’edizione scorsa e ha segnato ancora il baby Rodrygo che aveva fatto gol sia all’andata che al ritorno. Però perdere così fa male perché il gol è arrivato all’89’ e soprattutto perché l’Inter ha giocato un ottimo primo tempo, ha messo sotto i Bianchi e ha avuto almeno cinque palle-gol nitide, senza rischiare nulla”.

“Il primo tiro in porta spagnolo è arrivato solo al 12’ della ripresa. Courtois è stato gigantesco, ha parato anche gli spifferi. Ma se arrivi cinque volte davanti al portiere e vince sempre lui, non puoi non avere colpe. L’Inter ha pagato tanto spreco e anche le sostituzioni del secondo tempo”.

La Gazzetta dello Sport si interroga poi sulle scelte fatte da Inzaghi al momento dei cambi. “Non era meglio lasciare dentro il più giovane Lautaro, invece di Dzeko che alla fine si trascinava? Il Real ha vinto con un 18enne che ha passato la palla a un 21enne. Peccato. Il punto l’Inter se lo era ampiamente meritato e, con la sconfitta dello Shakhtar, che resta l’avversario di riferimento, poteva essere accettato con soddisfazione. Peccato”