de-Vrij-1

De Vrij: “Scudetto? Bello, ma gruppo vuole vincere ancora. Liverpool forte”

Stefan De Vrij si racconta a Algemeen Dagblab

Stefan De Vrij, difensore dell’Inter, si è raccontato al quotidiano olandese Algemeen Dagblad. Il numero 6 interista ha toccato diversi argomenti, dalla vittoria dello Scudetto nella passata stagione, al sorteggio degli ottavi di Champions League e agli obiettivi per il futuro. Queste le sue parole.

“Quando sono stato votato miglior difensore della Serie A, ho sentito che qualcosa era cambiato. Lo scudetto era principalmente quello a cui io e la squadra stavamo lavorando da molto tempo. Non l’ho visto come un bisogno di dimostrare agli altri. Non puoi fare molto, la risposta è una sola: mostrare chi sei sul campo. A volte è più fastidioso per la famiglia. Spesso dovevo dire ai miei genitori di non guardare e leggere tutto. Beh, ti rende più resiliente. E impari a filtrare: chi dice cosa”.

Piamonti De Vrij
internazionale_corpo fonte foto www.inter.it

“Ora vedo quotidianamente da vicino come Denzel (Dumfries, ndr) voglia sempre migliorare. Che ci crede anche lui. Il gol alla Roma è stato uno di quei momenti. Ora vedo Denzel da vicino ogni giorno e posso vedere la forza di volontà che lo ha portato così lontano”.

“Lo Scudetto è stato bello, ma quello che ho notato soprattutto nello spogliatoio dell’Inter, è che nessuno si sente appagato. Vogliamo molto di più. Per la prima volta da molto tempo abbiamo superato i gironi di Champions League, siamo di nuovo in testa in Serie A. È così che mi sento io, c’è altro da vincere”.

“Champions League? Mi è piaciuto anche il sorteggio che ci aveva messo davanti l’Ajax. Ma mentre stavo guardando e ho visto il Villarreal contro il Manchester United, ho subito pensato: qualcosa non va. Poi è arrivato il Liverpool, una squadra molto forte, ma ci stiamo preparando bene”.

“L’Inter vuole la seconda stella su quella maglia e questo richiede un altro scudetto”.

(fonte: Algemeen Dagblad)