Joaquim Correa

Correa: “Aspettavo l’Inter da quando ero bambino Essere qui è un sogno che si realizza”

Joaquim Correa sul suo arrivo all’Inter

Debutto da sogno per Joaquim Correa con la maglia dell’Inter. L’argentino arrivato nelle battute finali del mercato ha esordito con una doppietta regalando, di fatto, la vittoria alla sua squadra. Di questo e di molto altro, il numero 19 nerazzurro ne ha parlato ai microfoni di DAZN. Queste le sue parole.

“È stato bellissimo segnare la doppietta, era la mia prima partita (con la maglia dell’Inter, ndr), ci tenevo tanto a venire, è stato un giorno bellissimo. Poi mi hanno raccontato che non succedeva da tempo, io ero felice perché avevamo vinto. Nel 2012 ero un bambino che voleva venire a tutti i costi all’Inter, sono stato qui, ma era troppo importante per me, avevo questo voglia di venire. L’Inter mi voleva poi sono rimasto in Argentina, emozione bellissima, sognavo di giocare qua. Per era un sogno venire all’Inter, poi la chiamata di Inzaghi mi ha tolto ogni dubbio. Da quando sono arrivato tutti quanti mi hanno fatto sentire a casa, mi hanno fatto capire cos’è l’Inter e che responsabilità abbiamo. È una maglia pesante. Giocare con giocatori così forti è più facile, non vedo l’ora di continuare a giocare”.

Correa Lautaro Martinez
Correa Lautaro Martinez

“A Roma mi sono trovato bene, anche coi compagni. Abbiamo vinto dei trofei, abbiamo fatto bene e ora all’Inter mi trovo benissimo, i compagni mi danno fiducia. Mi hanno accolto alla grande, Ho cambiato tanto la mia maniera di giocare. A Siviglia ho imparato tanto, anche con la Nazionale, esperienze che ti fanno crescere”.

“Milan vittima preferita? Speriamo di continuare, ora pensiamo alla prossima. Cercherò di dare come sempre il massimo. Sarà dura quest’anno, ci sono almeno 5 squadre che possono lottare sopra, che possono fare bene. Sono tante, nel campionato italiano non si sa mai come va a finire. Noi siamo fiduciosi”. 

“Veron importante, mi ha aiutato tanto. Bella mentalità all’Estudiantes, ti insegnano tante cose. Da piccolo giocavo a calcio tutto il giorno, mi veniva a prendere mio padre. Nessuno nella mia famiglia giocava, è una cosa mia. Siamo cresciuti con la figura di Maradona, poi vedere Messi e gli argentini era bello. Vuoi imparare da questi fenomeni. Voglio vincere all’Inter e con l’Argentina. Con i miei amici c’era una persona in Argentina abbiamo iniziato”.

Correa Inter
Correa Inter