Champions League

CF – Club russi fuori dalle coppe europee: più soldi all’Inter dalla Champions League

L’Inter incassa di più dalla Champions League

L’UEFA ha deciso di escludere i club russi dalle competizioni europee in vista della prossima stagione visto il protrarsi della guerra in Ucraina. Calcio e Finanza ha fatto una stima di quello che potrebbe cambiare a livello economico per i club con tale decisione. Vediamo nel dettaglio cosa cambia per l’Inter.

“Per quanto riguarda la massima competizione europea per club – la Champions League – la questione interessa anche le italiane partecipanti. L’interesse riguarda i premi UEFA e in particolare la fetta di ricavi che viene divisa tra le società sulla base del ranking storico/decennale”.

“La squadra estromessa dalla Champions sarà lo Zenit San Pietroburgo, che si è laureato Campione di Russia nell’ultimo turno di campionato, e che di diritto avrebbe dovuto prendere parte alla manifestazione. La sua esclusione lascerà uno spazio che, a scalare, sarà occupato dalla vincitrice del campionato in Scozia”.

“Lo Zenit occupa una posizione più alta rispetto all’Inter nel ranking storico – 24° posto, contro il 26° –, motivo per cui in caso di qualificazione avrebbe incassato più soldi in questo senso. La sua esclusione farà scivolare nerazzurri verso l’alto, con un impatto sui premi totali dalla UEFA”.

“Secondo le stime di Calcio e Finanza, attualmente, se tutte le squadre davanti in classifica che possono ancora qualificarsi alla Champions raggiungessero il loro obiettivo, l’Inter incasserebbe oltre 13,6 milioni di euro. Si tratta di più di un milione rispetto alla cifra che il club avrebbe guadagnato con la presenza dello Zenit nella competizione”.

(fonte: calcio e finanza)